Archivi del mese: agosto 2013

Immagine

Programma della Festa dell’Impegno Civile

20130830 PGM Definitivo - Festa Impegno Civile

Annunci

Festa dell’Impegno Civile ……Mettersi in discussione e confrontarsi….

20130826 MARIA SS DEL PIANTO FESTA PER LIl primo principio fondante della carta dei valori del volontariato recita:” Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per la comunità di appartenenza o per l’umanità intera. Egli opera in modo libero e gratuito promuovendo risposte creative ed efficaci ai bisogni dei destinatari della propria azione o contribuendo alla realizzazione dei beni comuni.”
L’Associazione Volontariato di Protezione Civile “Maria SS. Del Pianto” con sede legale in Monte San Giovanni Campano (FR), fraz. Chiaiamari, partecipa alla manifestazione “ Festa dell’Impegno Civile” in programma nel primo fine settimana del mese di settembre con la convinzione che applicare il principio fondante sia l’unico obiettivo dei propri iscritti.
I volontari di cui io sono onorato di essere il presidente hanno una funzione culturale ponendosi come coscienza critica e punto di diffusione dei valori della pace, della non violenza, della libertà, della legalità, della tolleranza e facendosi promotori, innanzitutto con le proprie testimonianze, di stili di vita caratterizzati dal senso della responsabilità, dell’accoglienza, della solidarietà e della giustizia sociale.
Si impegnano perché tali valori diventino patrimonio comune di tutti e delle istituzioni, partecipano attivamente ai processi della vita sociale favorendo la crescita del sistema democratico; soprattutto con l’organizzazione volontaria di appartenenza sollecitano la conoscenza ed il rispetto dei diritti, rilevano i bisogni e i fattori di emarginazione e degrado, propongono idee e progetti, individuano e sperimentano soluzioni e servizi, concorrono a programmare e a valutare le politiche sociali in pari dignità con le istituzioni pubbliche cui spetta la responsabilità primaria della risposta ai diritti delle persone.
Questo è l’impegno dei volontari dell’ Associazione che presiedo e queste sono le finalità di partecipazione all’evento in programma il 6.7.8. settembre in località La Lucca di Monte San Giovanni Campano(FR) perché il volontariato è esperienza di solidarietà e pratica di sussidiarietà: opera per la crescita della
comunità locale, nazionale e internazionale, per il sostegno dei suoi membri più deboli o in stato di disagio e per il superamento delle situazioni di degrado.

Solidale è ogni azione che consente la fruizione dei diritti, la qualità della vita per tutti, il superamento di comportamenti discriminatori e di svantaggi di tipo economico e sociale, la valorizzazione delle culture, dell’ambiente e del territorio.
Tommaso Perna , presidente e rappresentante legale dell’associazione

Associazione Culturale “SS. Antonio e Nicola” aderisce alle Festa dell’Impegno Civile

20130827 FESTA  ASS ANTONIO e NICOLAAnche l’Associazione SS. Antonio e Nicola” aderisce alle Festa dell’Impegno Civile.

“Abbiamo deciso di aderire alla Festa dell’Impegno Civile che si terrà nei giorni 6,7 e 8 di Settembre,   con lo scopo di contribuire  allo sviluppo culturale e civile dei cittadini.  Nelle giornate di Festa si alterneranno momenti dedicati all’arte, alla musica popolare ciociara e alla cultura. Francamente,  credo siano questi i momenti a cui non mancare per far conoscere quanto di più bello e sano abbiamo intorno a noi”.  Così esordisce il Vicepresidente, Umberto Marra, ricordando l’evento che avrà luogo a La Lucca, P.za Padre Pio, al quale hanno aderito anche la Misericordia , la Caritas ,il Circolo Lamasena ed altre numerose associazioni con il solo scopo di stimolare tutti a un nuovo protagonismo civico, attivo e più attori del nostro futuro.

Per ricordare le innumerevoli iniziative dell’associazione SS Antonio e Nicola, il Presidente, Emilio Caldaroni, facendosi portavoce di un Direttivo noto nella zona per la sua laboriosa inventiva, si definisce estasiato per il successo che gli eventi hanno riscosso – “ ci siamo ritagliati un piccolo spazio nelle giornate delle persone cercando di adoperarci al fine di ottenere anche un semplice sguardo di compiacimento da parte dei più scettici, senza chiedere nulla, solo la possibilità di poter stare insieme e cooperare al fine di migliorare, per quanto possibile, la nostra società”. In punta di piedi, infatti, l’Associazione Culturale “SS. Antonio e Nicola” si è mossa dal 2010, anno della sua nascita, fino ad oggi, seguendo obiettivi precisi e portando avanti un programma che, sebbene tocchi tematiche differenti, è stato portato a termine con incredibile successo e partecipazione da parte di tutti, adulti e bambini. Tra gli eventi più attesi, ricordiamo “Il Carnevale di Via Vaglie San Nicola”,  che trasforma tutti gli anni le vie attorno la Chiesa con esplosioni di colori, in cui la maschera è d’obbligo, e il Memorial “Emanuele Lunetti, Nicola Bianchi e Fabio Santaroni”, che quest’anno per la terza volta, ha visto giovani ragazzi contendersi una partita di calcio, durante la quale non hanno inseguito un pallone, ma ricordi che  non si assopiranno mai.

Suggestive sono anche le giornate ecologiche nella zona “Fontana Canale”, che hanno permesso di riportare alla luce lo scorcio di un passato nel mezzo della natura, che ne ha mantenuta intatta la fiabesca bellezza. Altri momenti salienti incorniciano serate tra amici durante sagre e spettacoli teatrali per i più grandi e di intrattenimento con giochi per i più piccoli.

Mostra di quadri di Tonino Carelli a Chiaiamari e alla Lucca in occasione della Festa dell’Impegno Civile

20130820 UCIIMM. S. G. C. – Dal prossimo 22 Agosto, a Chiaiamari, una mostra di pittura personale di Tonino Carelli, indimenticabile pittore monticiano scomparso lo scorso Gennaio.

La rassegna, realizzata in collaborazione con la Parrocchia della Madonna del Pianto, nasce su impulso di Don Wilfrid e dei familiari del compianto artista, con lo scopo di raccontare ad una comunità la vita di un uomo, valorizzando le sue più autentiche e suggestive esperienze artistiche e culturali, in un percorso di opere e ritratti che non sono altro che lo specchio della sua effervescente personalità.

Non una semplice e fredda rassegna di opere d’arte, ma un ventaglio di creazioni di talento che rivelano, come in un fotogramma, la profondità di Carelli, artista controcorrente, rimasto nel cuore di molti, innamorato della pittura, dell’arte, della cultura, della vita.

Una grande suggestione, attraverso un corridoio di quadri la cui maestosa bellezza affascinerà ogni visitatore. Ma chi era Tonino Carelli? Un uomo di spessore, dall’animo nobile, sensibile, fortemente proiettato verso i problemi e le sofferenze della sua comunità, a cominciare da quelli dei più emarginati.

La mostra intitolata “Fascino e realismo” si ispira proprio ad un argomento sociale, al tema dell’immigrazione, tanto caro al Carelli, che da ragazzo, come tanti emigranti, fu costretto ad abbandonare la sua terrà natia, la Lucania, l’amata patria, ispiratrice di molte sue opere. Quasi tutti i quadri esposti risalgono all’ultimo periodo del pittore, in anni della piena maturazione artistica e della stravagante vivacità intellettuale. Molte tele evocano i paesaggi della Basilicata, altre rappresentano soggetti floreali o ritratti. Tutta la città avrà l’occasione di vedere da vicino l’opera incompiuta, la tela che Carelli stava dipingendo negli ultimi giorni della sua vita, in cui è rappresentato quel nipotino a cui teneva tanto.

Dalla collezione privata di Giuseppe Raponi è stato selezionato il “tondo di girasoli” che ha ispirato anche la locandina dell’evento.

La mostra si concluderà il 25 Agosto in concomitanza con la festa di Chiaiamari dedicata a Santa Maria del Pianto, per poi ripetersi alla Lucca in occasione della Festa dell’Impegno Civile.

CIVILMONTE ALLA FESTA DELL’IMPEGNO CIVILE 2013

CivilmonteM. S. G. C. – Anche Civilmonte alla Festa dell’Impegno Civile, organizzata per i prossimi 6-7-8 settembre 2013, a La Lucca (Monte S. Giovanni Campano) in collaborazione con altre 20 associazioni locali. “Abbiamo aderito con grande entusiasmo all’iniziativa che vede per la prima volta coinvolte le migliori energie del paese – spiega Eugenio Biordi, rappresentante dell’Associazione di Protezione Civile; la Festa – prosegue Biordi – rappresenta per noi, come per gli altri, un momento esaltante per fare emergere quell’impegno e quella passione di persone comuni che giornalmente e gratuitamente si spendono per il sociale e per la propria comunità”.
Un altro motivo è quello di rendere partecipi tutti i cittadini delle attività proposte dall’Associazione, a cominciare dall’antincendio boschivo, agli interventi nelle calamità idrogeologiche, ma anche nei terremoti. “Partecipiamo all’evento con un’iniziativa concreta – spiega ancora Eugenio Biordi – con una dimostrazione di montaggio tenda e spegnimento incendio boschivo, tutti interventi frutto di adeguata preparazione, di fiducia l’uno nell’altro e disponibilità di adeguati mezzi tecnologici a sostegno dell’attività”. Scopo di Civilmonte è anche quello di sensibilizzare i cittadini e gli amministratori sul tema importante della sicurezza, a partire dal Piano di Protezione Civile, ma anche su una nuova cultura della prevenzione.
Uno sforzo ricompensato da soddisfazioni, come quelle già ricevute dai volontari di CIVILMONTE in questi anni di impegno e passione. Da ben nove anni, ispirati dai principi di solidarietà umana, perseguiamo l’obiettivo, affermato costituzionalmente, della protezione civile.
L’esercitarsi continuamente e la formazione fanno sì che anche gli ultimi arrivati imparino velocemente le tecniche di intervento e si sentano parte di un gruppo coeso e motivato.
Ciò ha portato a vari riconoscimenti ed elogi verso i volontari di CIVILMONTE come le civiche benemerenze ricevute in occasione del terremoto dell’Aquila e gli attestati di stima e ringraziamento da parte dei Comuni dove CIVILMONTE è intervenuto negli incendi, alluvioni o grandi eventi.
Una realtà importante nel territorio monticano, ben conosciuta anche al di fuori dei confini comunali, come dimostrano i continui contatti con il Dipartimento Regionale e Nazionale di Protezione Civile. CIVILMONTE è a disposizione di tutti, interviene per fronteggiare incendi boschivi, allagamenti, per emergenza imenotteri, ripristino della viabilità, grandi eventi. I numeri di reperibilità sono 3398086748 e 3381509716.
A cura Ufficio Stampa CIVILMONTE (Contatto: Eugenio Biordi)

Presentazione progetto dell’Ecomuseo

20130809 convegnoVenerdì 9/agosto scorso si è svolta, nella suggestiva cornice del convento dei Cappuccini di Monte San Giovanni Campano,  la  presentazione del progetto: “Ecomuseo del Bacino Idrografico del torrente Amaseno”  da parte del circolo “Lamasena”.  Come spiegato dai relatori del convegno, il punto di forza dell’ecomuseo è la sua capacità di riconoscere e valorizzare le risorse storico-culturali ed ambientali dei luoghi, le loro tradizioni ed i saperi antichi. Infatti, il progetto dell’ecomuseo offre la possibilità di promuovere le risorse locali del territorio mediante nuove forme organizzative e contribuisce a sviluppare le economie locali. Nel progetto di Ecomuseo  si mira, quindi,  a  valorizzare i tradizionali musei già presenti nel territorio, integrandoli con una nuova museologia, avvalendosi del volontariato culturale ed ambientale necessario per la tutela e la valorizzazione delle risorse del territorio Ciociaro.

In questi primi mesi di vita,  il circolo  ha organizzato eventi che ben si collocano all’interno dell’idea di ecomuseo. Infatti, le principali attività svolte sono state:

  1. le escursioni a tema come la  passeggiata ecologica attraverso i sentieri che collegano il fontanile Ruirate con Fontana Canale, l’escursione sui Monti Ernici lungo il Rio Amaseno  alla ricerca della misticità degli «eremi» e la visita di numerosi ruderi di epoca medioevale. Per altre esperienze simili, è già pianificato di completare il tracciamento del sentiero dei vecchi mulini che insistono lungo il torrente a partire dalla località Pozzillo, in territorio monticiano, fino ad arrivare nella località  Santa Maria Amaseno, nel comune di Veroli. Tali percorsi diventeranno riconoscibili su mappe virtuali e reali al fine di una loro più facile fruibilità da parte di tutti;
  2. la giornata d’osservazione faunistica sull’ alveo  del torrente,  con l’aiuto di biologi e ornitologi,  alla ricerca della biodiversità presente;
  3. la visita ai musei di Veroli (Museo storico, delle erbe e della civiltà contadina) attraverso la guida esperta degli amici dell’associazione culturale “La Vetta”
  4. la raccolta di testimonianze degli attori locali che conservano la conoscenza sulle tradizioni  e costumi della nostra terra.

Negli scopi dell’Ecomseo c’è,  quindi,  la volontà di far conoscere il paesaggio racchiuso nel bacino idrografico del torrente Amaseno, quale bene  collettivo, che rappresenta un patrimonio culturale e naturale comune.

Come spiegato dai relatori, per il successo del progetto sarà fondamentale il coinvolgimento della comunità locale attraverso scambi di idee, convegni e l’organizzazione di momenti ludici o di convivialità. Per tale ragione il circolo ha aderito con convinzione alla Festa dell’Impegno Civile, banco di prova  di circa venti associazioni partecipanti, che si terrà il 6, 7 e 8   settembre a La Lucca frazione di Monte San Giovanni Campano.

Nella Festa, il circolo ripone la speranza che si creino le condizioni per lo sviluppo di una consulta tra le associazioni che sia in grado di gestire eventi e progetti specifici e, quindi,  evitare quelle dispersioni d’interesse che non giovano al mondo del volontariato. Durante la manifestazione,  saranno rappresentate le realtà della protezione civile, dell’ambientalismo, del primo soccorso, della cultura e dell’associazionismo sportivo. Una tre giorni di musica, gastronomia e,  soprattutto, di dimostrazioni di primo soccorso o di simulazione d’interventi in caso di calamità naturali.

Il convegno è stato anche l’occasione per definire le cariche sociali del circolo. Nell’associazione Lamasena hanno aderito, nei ruoli di consiglieri,  i volontari per Strangolagalli,  gli amici di Veroli  (con le ass. La Vetta e della Compagnia dei Viandanti)  e gli ideatori di Ecologicando di  Boville Ernica. La responsabilità del circolo è stata confermata  all’ing. Remo Cinelli che guiderà l’associazione nelle fasi iniziali della vita associativa, la carica di vice presidente è stata assegnata a Silvano Veronesi e il ruolo di sindaco revisore  sarà ricoperta dal dott. Giorgio Pisani.

La prima festa dell’Impegno Civile. 6,7 8 settembre a La Lucca, una tre giorni di musica, arte, spettacolo, natura, gastronomia

20130805 LocandinaM. S. G. C. – Festa dell’Impegno Civile, la prima rassegna monticiana interamente dedicata al volontariato, all’associazionismo, alla cittadinanza attiva. Mesi e mesi di incontri, serate trascorse intorno ad un tavolo per pensare ad un evento che lasciasse il segno, che proponesse alla città esempi e modelli di impegno civico buoni, validi e utili per la costruzione di una città a misura di tutti, nessuno escluso. 6, 7 e 8 Settembre a La Lucca, una tre giorni di musica, arte, spettacolo, letteratura, solidarietà, tutto all’insegna della monticianità, con protagonisti e attori rigorosamente affezionati alla roccaforte. Un’iniziativa coraggiosa, in tempi di vuoto, crisi e paura, ma senza eroismi; solo tanta determinazione di uomini che ammettono di dover dare un contributo per cambiare in modo positivo questo paese, riscoprendo quell’orizzonte di bellezza e dignità che negli ultimi anni è stato trascurato. Nella città delle frazioni, dove convivono distintamente cinque comunità, 16 gruppi di volontari e impegnati in vari campi hanno deciso di impiantare un’iniziativa esclusiva, originale, per promuovere e riscoprire quei genuini legami di comunità, rideterminando un nuovo processo di cambiamento e di sviluppo, sostenibile, inclusivo, solidale. A fare da catalizzatore, ma solo per ragioni di organizzazione interna, la Misericordia; intorno all’associazione del primo soccorso, altri 15 gruppi, provenienti da tutte le frazioni, impegnati nei più diversi campi e settori, dalla letteratura all’ambiente, dalla musica alla danza. Durante la tre giorni si parlerà di cultura, si ascolterà musica con band rigorosamente monti ciane; si mangeranno insieme pietanze tipicamente locali, si ripercorreranno sentieri naturalistici abbandonati da anni. E poi presentazione di libri, rassegne, promozione di progetti su protezione civile e sicurezza ambientale, solidarietà e tanto altro. Tutto questo rappresenta la colonna vertebrale di una rassegna che vuole dare luce e visibilità all’impegno civile di monticiani organizzati, solidali, che operano in un territorio che soffre, oggi più che mai, il disagio di una tremenda crisi economica, sociale e culturale. Il futuro è incerto, ma i monticiani si organizzano per programmarlo e costruirlo con il metodo della partecipazione e della condivisione, senza perdere di vista i più poveri, gli emarginati, valorizzando le risorse, siano esse culturali, artistiche, naturalistiche, gastronomiche. L’obiettivo più grande di questo evento, davvero straordinario, è sicuramente quello di illuminare un mondo che ha un valore in sé, un mondo che è capace di rispondere a domande a cui nessuno nel tempo ha saputo dare soluzioni; uomini e donne impegnate in progetti di valore, quelli del volontariato e dell’impegno civico, che molto spesso sono relegati al silenzio, all’angolo, che non fanno rumore, ma che al contempo riescono a costruire reti di solidarietà, costruire ponti, migliorare la convivenza. Nei prossimi giorni interviste e approfondimenti con i protagonisti.

A cura Ufficio Stampa FESTA IMPEGNO CIVILE

20130897 polo commerciale ciociaria